Contatti
|
Homepage
Premio Letteratura Ragazzi 2012 Fondazione Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Cento
Premio Letteratura Ragazzi Premio Letteratura Ragazzi Premio Letteratura Ragazzi
Premio Letteratura Ragazzi 2012
Premio Letteratura Ragazzi 2012
Premio Letteratura Ragazzi 2012
News
Anno 2016
Anno 2015
Anno 2014
Anno 2013
Anno 2012
Anno 2011
Rassegna web
Rassegna stampa
Premio Letteratura Ragazzi 2012
Se vuoi essere aggiornato su tutte le novità con e-mail periodiche inserisci la tua e-mail nel box qui sotto.

Le informazioni immesse saranno trattate come indicato nell'informativa.
Premio Letteratura Ragazzi 2012
Ufficio Stampa > News > Anno 2013
Vincitori 34° edizione del Premio Letteratura Ragazzi - Fondazione Cassa di Risparmio di Cento

Si è conclusa sabato 25 maggio nel bellissimo Salone di Rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, tra opere le seicentesche di Guercino, Gennari e Gandolfi la 34° edizione speciale post terremoto del Premio Letteratura Ragazzi, Fondazione Cassa di Risparmio di Cento.
C'è sempre suspance, nessuno conosce la graduatoria finale, i finalisti rimango in attesa fino a quando finalmente, la presentatrice non comincia a proclamare i vincitori iniziando dal terzo classificato.
Un cerimonia sobria rispetto alla tradizione di questo premio, obbligata dalla mancanza di spazi in questa bella città emiliana fortemente colpita dal terremoto esattamente un anno fa, e che ne porta ancora i segni in maniera evidente.

Subito il saluto di benvenuto della Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, Milena Cariani che ha spiegato come inizialmente a causa del terremoto si era pensato di cancellare il Premio poi. grazie ai moltissimi messaggi di solidarietà giunti da ogni parte d'Italia, sono riusciti a programmare una edizione quasi a costo zero grazie alla generosità dei giurati, delle case editrici e delle scuole di tutta Italia, uniti per non cancellare l'edizione.

Subito dopo la presentatrice Elena Melloni, ha dedicato un commovente ricordo a Roberto Denti, da poco scomparso. "Il Maestro" aveva fatto parte della Giuria Tecnica per la prima volta proprio in questa edizione speciale, e la Melloni ha ricordato quando Denti la chiamò per rispondere alla sua richiesta di partecipazione alla Giuria, dicendo "sono onorato di partecipare al Premio Cento".

Ancora una volta quindi, la competenza, la libertà ed il coraggio della Giuria Tecnica che ha valutato oltre 130 libri, ha fatto sì che le due terne finaliste (una per le scuole elementari ed una per le scuole medie) fossero selezionate per la qualità, l'originalità e la freschezza del testo e della storia.

Vorremmo ricordare i membri della Giuria Tecnica: Luciana Bellatalla (Università di Ferrara), Severino Colombo (Il Corriere della sera), Roberto Denti (Scrittore), Federica Di Silvio (Casa Piani, Biblioteca comunale di Imola), Manuela Gallerani (Università di Bologna), Grazia Gotti (Libreria per ragazzi Giannino Stoppani, Bo), Fiorella Iannucci (Il Messaggero), Loredana Lipperini (La Repubblica), Livio Sossi (Università di Udine), Federico Taddia (Scrittore, autore televisivo), Manuela Trinci (Psicoterapeuta dell'età evolutiva), Marcella Terrusi (Presidente IBBY Italia), Donatella Trotta (Il Mattino di Napoli), Alessandra Valtieri (Traduttrice).

Essi, con le loro scelte, hanno caratterizzato ancora una volta questo storico premio, permettendo di trattare temi importanti come i malati psichiatrici, il bullismo femminile, l'emigrazione e l'integrazione visti dalla parte dei bambini, la storia dei Gulag – che per la prima volta è entrata nelle scuole – e poi tanta avventura con le intramontabili storie di pirati, tesori e amicizie, magia incanto e misteri, per concludere con il tema della ribellione ad un destino già scritto e definito dai pregiudizi di classe.

La scelta della graduatoria finale, come sempre, è stata frutto della Giuria Popolare composta da 381 classi distribuite su tutto il territorio nazionale oltre a classi provenienti dall'Istria e dalla Croazia, per un totale di 5.372 ragazzi votanti, di cui 3.218 delle scuole elementari e 2.154 scuole medie. Un vero e proprio esercito di ragazzi che sotto l'attenta guida degli insegnanti – vero motore di questo premio – hanno letto i tre libri finalisti, inviato i voti decretando la graduatoria finale.

Ed è così che può accadere che tra i sei libri finalisti, i vincitori nelle rispettive sezioni siano opere prime.
Di seguito riportiamo la graduatoria finale per ciascuna sezione, e il giudizio espresso dalla Giuria Tecnica:
1° PREMIO SEZIONE SCUOLA ELEMENTARI con 1.260 voti

ESTELLA E JIM NELLA MERAVIGLIOSA ISOLA DEL TESORO
Furio e Giacomo Scarpelli - disegni di Furio Scarpelli
Gallucci editore

"Il sapore di un grande classico rivisitato con ironia da un genio della sceneggiatura cinematografica dell'900, che conferisce all'Isola del Tesoro di Stevenson "pennellate" linguistiche e artistiche capaci di trasportare, tra parole e immagini, i lettori in un mondo di avventure di altri tempi con un uso creativo, sorvegliato e alto del linguaggio e del registro stilistico, anche attraverso l'invenzione di nuovi, convincenti personaggi: dalla bambina Estella, capricciosa monella che ammicca a tante "bambine terribili" della migliore letteratura per ragazzi, fino al marinaio campano Zito. Un libro avvincente anche nel contrappunto delle splendide illustrazioni dello stesso Furio Scarpelli padre, "figlio d'arte" del grande Filiberto e capostipite di una eccentrica genealogia di artisti."

LA GIURIA TECNICA DEL PREMIO


2° PREMIO SEZIONE SCUOLA ELEMENTARI con 1.129 voti

IL GRANDE CAVALLO BLU
di Irene Cohen-Janca
illustrazioni di Maurizio A.C. Quarello
Orecchio Acerbo editore

"Una storia, arricchita da raffinate illustrazioni, nella quale il protagonista racconta, dal suo punto di vista, la vita del manicomio e il percorso di liberazione voluto da Basaglia e dal movimento dell'antipsichiatria. Il cavallo blu è il simbolo di questo percorso, che significa anche e contemporaneamente la raggiunta consapevolezza dei diritti di tutti, nessuno escluso, ad essere giudicati persone. L'irruzione della poesia nella storia rafforza il potere evocativo della storia."

LA GIURIA TECNICA DEL PREMIO


3° PREMIO SEZIONE SCUOLA ELEMENTARI con 829 voti

IL SEGRETO DI MALASELVA
di Guido Quarzo
illustrazioni Cinzia Ghigliano
Notes edizioni

"Il racconto, attraverso gli occhi del ragazzo protagonista, introduce il lettore in un mondo fuori del tempo, fatto di magia, incanto, boschi, misteri e paure da superare: un'occasione di avventura e di gioco per guidare alla comprensione della crescita, nella quale, tuttavia, dovremmo imparare non solo a superare gli impacci e gli ostacoli, ma anche a non perdere il gusto di sognare."

LA GIURIA TECNICA DEL PREMIO




Per ciascun libro l'attrice Elena Musti ha interpretato alcuni brani cercando di trasmettere il senso delal storia raccontata, e cercando di coinvolgere i tanti bambini presenti che hanno animato la mattinata.

E' stata poi la volta della sezione scuole Medie.
Presente a ritirare il 1° Premio, Giacomo Scarpelli che ha dichiarato "ho ricevuto molti premi nella mia carriera, sono stato anche ad Holliwood per la nomination alla sceneggiatura del film il Postino (scritta da lui), ma questo premio ha un significato ed un importanza maggiore perché si tratta di un libro che hanno letto e leggeranno i ragazzi che saranno gli adulti di domani e, mi auguro, che possa essere loro di aiuto per diventare adulti migliori ".

Per il secondo classificato, era presente Paolo Cesari in rappresentanza della casa editrice Orecchio Acerbo ed in veste di traduttore del libro. Cesari ha commentato " quando abbiamo scelto di pubblicare questo libro, tanti ci dicevano "siete matti a parlare di matti ai bambini??" poi sono arrivati i premi come quello di oggi, e tanti altri che il libro ha ottenuto, che ci confermano che ai bambini si può parlare di tutto, è una questione di linguaggio. Come dice Iréne nel libro: questi non sono matti sono persone che hanno male all'anima".

Infine data l'impossibilità di Guido Quarzo di poter intervenire (per la quarta volta in finale a Cento) era presente Carla Martino, della Casa editrice Notes. La Martino ha confessato che " per una casa editrice piccolissima come la Notes, essere in finale al Premio Cento fianco a fianco con le maggiori case editrici, ci da una grande soddisfazione e ci ripaga di tanti sacrifici, la conferma di avere intrapreso la strada giusta".

E' stata poi la volta della sezione scuole medie:
1° PREMIO SEZIONE SCUOLA MEDIA con 903 voti

LA RAGAZZA CHE LEGGEVA LE NUVOLE
di Elisa Castiglioi Giudici illustrazioni di Lucia Sforza
Editrice Il Castoro

"Leela Ramesh e i suoi genitori lasciano l'India per emigrare negli Stati Uniti. Non è facile per un'adolescente creare nuove relazioni d'amicizia in un luogo estraneo, soprattutto se sta elaborando il recente lutto per la perdita dell'adorata nonna. E' quello che accade alla protagonista di questo intenso romanzo e alla sua famiglia. Le difficoltà dell'integrazione si possono superare non rinunciando alle proprie radici. Saper leggere le nuvole, è il vero lascito della nonna alla nipote"

LA GIURIA TECNICA DEL PREMIO


2° PREMIO SEZIONE SCUOLA MEDIA con 680 voti

NODI AL PETTINE
di Marie-Aude Murail
Giunti editore

"Louis, 14 anni, figlio di un chirurgo, sceglie di diventare parrucchiere.
Grazie all'occasione di uno stage scolastico scopre il proprio talento e lo difende contro tutto e contro tutti. Una rappresentazione efficace e lieve, contro gli stereotipi di genere, di classe, e i pregiudizi che vogliono i destini già scritti. La Murail ci offre, ancora una volta, un magistrale racconto che rivela la sua originale visione della vita".


LA GIURIA TECNICA DEL PREMIO


3° PREMIO SEZIONE SCUOLA MEDIA con 571 voti

NON CHIAMATELA CRUDELIA DEMON
di Anna Lavatelli
Il Battello a vapore – Edizioni Piemme

"Il libro coglie il passaggio delicato della prima adolescenza attraverso la storia (e la crescita) di una ragazzina. Temi forti e ben sviluppati: le dinamiche del gruppo, il senso dell'amicizia tra coetanei e tra persone con differenze (giovane/anziana), la fiducia negli altri, la qualità del tempo condiviso (compresi i silenzi) e la costruzione della personalità. Tutto questo come parte di un crescendo narrativo che porta ad affrontare con originalità un tema storico inedito nella letteratura per ragazzi (la deportazione nel gulag) e che pur nello spessore non appesantisce la leggerezza dei personaggi. In evidenza la qualità e la pulizia della scrittura, oltre alla scelta di inserire nel testo poesie"

LA GIURIA TECNICA DEL PREMIO

A ritirare i premi erano presenti, Anna Lavatelli autrice di "Non chiamatela Crudelia Demon" che tornava a Cento dopo il primo premio del 2003, e che ha commentato " vinsi il Premio Cento nel 2003 con un libro forte come "Faccia di maiale" e ora torno ancora una volta con un testo coraggioso. Volevo colmare il vuoto nella letteratura per ragazzi, con un libro che parlasse della storia dei Gulag, e così è stato. Sono molto contenta che la Giuria abbia colto l'importanza di questo libro".

A seguire Maria Chiara Bettazzi responsabile settore Ragazzi della Giunti Editore che ha portato il saluto di Marie-Aude Murail ricordando come fu proprio il premio Cento a "scoprire" il talento narrativo della Murail, quando nel 2008 le aggiudicò il secondo premio con l'opera prima "Oh Boy".

Infine Loredana Baldinucci, responsabile settore ragazzi della Castoro Editore, felice ha ritirato il premio per l'opera prima di Elisa Castiglioni, raccontando quanto sia faticoso per un editore dovere scegliere tra le centinaia di manoscritti che arrivano ogni anno. "La serietà della scelta porta a premi come questo, che confermano la giusta strada intrapresa".

A sorpresa, gli organizzatori avevano preparato un collegamento via skype con Boston dove vive l'autrice, per un saluto ma soprattutto per darle in diretta la notizia del 1° premio. Collegamento che ha funzionato molto bene, Elisa è stata accolta da un fragoroso applauso proveniente dal pubblico in sala. Quando la presentatrice le ha chiesto come mai secondo lei un grande applauso così, ha risposto: "perché il collegamento ha funzionato subito!" facendo esplodere l'intera sala in una fragorosa risata collettiva. Quando poi le è stato annunciato che l'applauso era per il 1° premio che si era aggiudicata con il libro "La Ragazza che leggeva le nuvole", commossa ha ringraziato tutti ed ha raccontato com'è nato il libro.

Gli altri riconoscimenti che sono stati consegnati:
PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA

COSA C'È SOTTO?
Il terremoto a casa mia.

di Antonella Battilani
Edizioni ArteStampa

OPERA SEGNALATA

STORIA DI UNA MATITA
di Michele D'Ignazio
Rizzoli editore

OPERA SEGNALATA

VOLEVO NASCERE VENTO
Storia di Rita che sfidò la mafia con Paolo Borsellino
di Andrea Gentile
Mondadori editore

OPERA SEGNALATA

L'11 SETTEMBRE DI EDDY IL RIBELLE
di Eraldo Affinati
Gallucci editore



ALBO ILLUSTRATO SEGNALTO

PER FILO E PER SEGNO
di Luisa Mattia e Vittoria Facchini
Donzelli editore

ALBO ILLUSTRATO SEGNALTO

GIGI BARUFFA
di Marco Lodoli
illustrazioni Valerio Vidali
LaNuovaFrontiera edizioni

ALBO ILLUSTRATO SEGNALTO

LA QUAGLIA E IL SASSO
di Arianna Papini
Prìncipi&Prìncipi

© 2011 - 2016 - Fondazione Cassa di Risparmio di Cento